L’incontinenza delle feci, un fenomeno curabile

Mentre in passato di alcuni problemi di salute non si parlava, perché considerati alla stregua di tabù, oggi per fortuna c’è una maggior sensibilità nei confronti di particolari disturbi e patologie, come ad esempio quelli inerenti la sessualità.

Eppure un’altra grossa barriera deve ancora cadere: l’imbarazzo di parlare dell’incontinenza fecale e delle ripercussioni che questo disturbo causa alle persone che ne sono colpite, la cui quotidianità risente pesantemente in termini di serenità e qualità di vita.

Medico con paziente anziano

Oltretutto non sono poche le persone colpite da questa disturbante forma di incontinenza: le stime mediche parlano dell’1 o 2%, percentuale che potrebbe essere persino superiore in realtà, proprio perché non tutti i casi vengono diagnosticati.

Tra le cause principali dell’incontinenza di feci (solide o liquide) vi sono danni postparto a pavimento pelvico, lesioni o cali di tono muscolari, patologie neurologiche, disturbi cronici di stipsi e diarrea, così come altri fattori scatenanti che devono essere appurati da un medico.

Affidarsi a un proctologo specialista permette di stabilire con correttezza le cause dell’incontinenza e di approcciarsi ai trattamenti più efficaci per ciascun caso, che ad esempio possono essere trattamenti chirurgici mirati. Negli ultimi anni sono stati messi a punto, a tal proposito, metodi decisamente poco invasivi a tutto beneficio della pronta ripresa del paziente e della rapida convalescenza, come ad esempio THD GateKeeper.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *