La polizza che protegge i volontari anche durante gli spostamenti

Chi svolge attività di volontariato sa bene che nella stragrande maggioranza dei casi la sua presenza fisica è richiesta laddove ce n’è più bisogno. Che le attività svolte abbiano luogo presso la sede di un’organizzazione di volontariato, fra le corsie di un ospedale, ma anche in scuole, musei o zone naturali, le persone impegnate nel Terzo Settore sanno bene che oltre a rimboccarsi le maniche devono anche mettersi… le gambe in spalla.

Ciclisti in cittàSecondo la legge italiana, tutti gli aderenti alle associazioni di volontariato del nostro paese devono essere protetti da una polizza comprensiva di garanzie su responsabilità civile (RC), infortuni e malattie che li tutelino nel luogo e nel momento in cui si svolgono le loro attività.

Ma cosa succede se, malauguratamente, un volontario incappasse in un incidente durante il tragitto fra la sua abitazione e la destinazione finale, o viceversa?

In alcuni casi questo potrebbe essere un problema a livello assicurativo, ma non per la Polizza Unica del Volontariato che estende la sua validità anche ai luoghi in cui il volontario transita per andare a svolgere le attività legate alla sua organizzazione.

La Polizza Unica del Volontariato, proposta in esclusiva dall’agenzia Cavarretta Assicurazioni di Parma, è una polizza pensata per i volontari e per le loro esigenze di protezione. Ogni prodotto assicurativo viene creato su misura e con la sua flessibilità offre il giusto grado di tutela, a un prezzo equo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *