La simbologia del Triangolo dall’antichità a oggi

Il triangolo è un simbolo potentissimo, evoca significati e suggestioni profondi ed è un simbolo comune a tantissime culture anche del tutto distanti fra loro per tempi e contesti geografici, sempre connesso con la numerologia del Tre e con la prospettiva ascensionale dell’uomo verso la perfezione, ovvero la divinità.

La forma stessa del triangolo suggerisce una tensione verso l’alto, verso una crescita che, in questo caso, è crescita di spirito, in un’interpretazione rafforzata dalla simbologia del 3; si pensi al cattolicesimo, in cui Dio è uno e trino, nella triplice manifestazione di Padre, Figlio e Spirito Santo. O si consideri il politeismo egizio, in cui il triangolo era simbolo di intelligenza ma anche di amore, in un’ottica che, dall’incontro tra razionalità ed emotività, portava verso l’ascensione. O si pensi, ancora, all’iconografia buddhista che si incarna nel Mandala in cui il triangolo è invocazione di energia, attraverso cui raggiungere gli stati superiori della coscienza e, da lì, l’equilibrio cosmico. O si pensi, ancora, alla Stella di David, rappresentazione simbolica della religione ebraica, che altro non è che la sovrapposizione di due triangoli: uno con il vertice verso l’alto (l’uomo, il fuoco) e l’altro con la punta che indica in basso (la donna, l’acqua).

Il triangolo indica l’armonia, la proporzione, l’equilibrio, tutti elementi del divino e caratteri che aspirano alla tensione verso Dio, in tutte le sue forme e rappresentazioni. La numerologia del tre e le evocazioni ancestrali del triangolo confluiscono, in ogni cultura e senza alcuna influenza fra di esse, verso lo stesso ideale archetipico dell’elevazione e della ricerca della perfezione, della completezza, dell’unicità.

E non sorprende che, ancora oggi il triangolo resti un simbolo imponente, diffusi tra i ciondoli di trollbeadsmania.com e nelle rappresentazioni pop; si pensi, ancora a Harry Potter e alla rappresentazione su carta dei Doni della Morte, e allo loro ulteriore raffigurazione iconica sul ciondolo di Luna Lovegood, che è mondanizzazione di suggestioni millenarie, introiettate in un circuito mainstream, ma sempre immanente la filosofia trascendentale, la religione, il misticismo, il regno dell’aldilà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *